giovedì 5 dicembre 2019

SOFIA E IL VENTO di ANTONIA CAPRELLA


SOFIA E IL VENTO"
Fischia forte il vento stasera.
Arruffa il filo dei miei pensieri, mi schiaffeggia il viso,
scompiglia i miei capelli grigi e i sogni che ancora albergano nel mio cuore.
Lacera la collana di lusinghe e di speranze che avevo attorcigliato intorno ai miei ricordi. E che il tempo ha custodito per tutti questi anni.
Col respiro cerco di accarezzare le mie mani che il vento di tramontana, implacabile e violento, gela. Le poggio stancamente sul grembo, proteggendo la loro pelle rigata dal tempo con le lunghe maniche del maglione.
I polpastrelli piagati e rigidi mi ricordano le fatiche passate e le carezze date.
Il vento fischia, stasera!
Sento il suo schiaffo sulle mie gote pallide segnate dalla vita e dalle abitudini.
Mi avvolge;
sento le sue vibrazioni; il suo fruscio diventa ostinato, pieno di rancori sopiti e di sensazioni remote
Urla al cielo, scuote le foglie; il freddo brucia la mia pelle.
Entra dentro di me e la sua rabbia diventa una tenera carezza.
Spazza via le tracce di me stessa, svuotando il guscio dei miei pensieri.
Per un attimo... solo per un attimo, mi sento libera.
Fischia forte il vento, questa sera.
(Dal mio libro "Sofia e il vento)

Nessun commento:

Posta un commento

Lascia il tuo commento