venerdì 6 dicembre 2019

NELL'INFINITO di GIOVANNI GENTILE

Nell’infinito
Nell’infinito leggo i tuoi occhi,
nel perdermi mi ritrovo
dove tutto avrà inizio,
mi riempio le mani
raccolgo sassi che per strada hai disperso
ne costruirò un tempio
dove conservare la memoria.
Conto i passi che mi separano da te,
muri d'eternità mi allontanano dalle tue braccia,
sarò come una cometa sparata contro il sole
e finalmente beato riposerò i miei piedi stanchi
cullando le iridi all’ombra del tuo sguardo
Giovanni Gentile 6 Dicembre 2013

Nessun commento:

Posta un commento

Lascia il tuo commento