mercoledì 4 dicembre 2019

CLICK di DANIELA COBAICH MASCARETTI

Click
Mnemosine corre agitata
e strappa fogli continui
stratificati capelli—sono bianchi—
non recano traccia
non è rimasto il sudore di pomeriggi
di sole—né l’erba stanca—
Dialoghi a capire Ofelia sott’acqua
Le nuvole nel cielo—fate e cavalieri—
se alzo gli occhi è lì Perrault
in composizioni musicali di soffici prati
baci ingenui amori rapinosi
eccitazione lirica d’inflazione
Girava la corda:
salta Anna, Rebecca
salta —salta—
lassù aspettano!
Gira la corda e ritorna
dai fogli cadono lettere
—D— nere di stampa
cadono sottovuoto
pulviscolo in bianco e nero
schegge impazzite
scatolette vuote o —piene—
di pensiero d’artista
cade La piccola fiammiferaia e Barbablù
e si disperdono in frasi dileggiate
—tu hai vissuto— non è vero—
se non c’è traccia
Daniela Cobaich Mascaretti
SP 2019
Photo Mehran Djojan

Nessun commento:

Posta un commento

Lascia il tuo commento