domenica 17 novembre 2019

NON PIANGERE TERRA di VITTORIA NENZI

Non piangere Terra
Orridi in azzurri spumosi,
urla di gabbiani confuse dal vento,
anfratti dai dorsi corrosi dall’onda,
vellutati manti muschiosi,
caverne celate da massi
stanze d‘infiniti riflessi.
Coste del mio Paese,
Italia
dalle mille sorprese.
Piccola lingua di terra
tra nevi e ginestre.
ti specchi nei mari,
rifletti i tuoi cieli
distesa sul dorso
allunghi il bel corpo,
contando i tuoi figli
implori pietà per i semi.
Non piangere Terra,
continua a sognare,
sorrisi nell’alba,
abbracci al tramonto,
sul mare a strapiombo,
sul ciglio del mondo.
Vittoria Nenzi @ t.d.r.
immagine web

1 commento:

Lascia il tuo commento