venerdì 29 novembre 2019

MI CAMMINI DENTRO di GIORGIA CASTELLANI

MI CAMMINI DENTRO (ironica)
Come se fossi tua carne continui,
spadroneggi, strappi via la pelle
poi ti nascondi dietro paraventi
aspetti, come un tarlo, ch'io faccia penitenza.
Non è cosi che funziona,
di me poco hai capito, non sai che posso schiantarti il cuore? Ridurlo senza sangue,
e farti morire?
Sapessi quanti ingenui come te
ancora tremano pensando a me,
te lo scrissi quel giorno
tu per me sei soltanto un numero.
Adesso è inutile che continui a sbattermi contro, ma guardati sembri la copia sbiadita
di te stesso. Tu che ti credi un Dio,
difronte a me sei nulla ormai.
Cammina, vai ....

Nessun commento:

Posta un commento

Lascia il tuo commento