sabato 23 novembre 2019

IO SONO di ANTONELLA CALVANI

IO SONO…
Io sono veglia e non odo rumore,
io sono pietra, io sono sasso,
io splenderò di nuovo lucore
e sono colui che muove il tuo passo.
Io sono la guida lungo la strada,
il faro che illumina ogni tua sosta,
sono con te ovunque tu vada,
in me troverai al fin la risposta.
Io sono nebbia, io sono vento,
sono l’essenza di un tempo perduto,
io son la sorgente che dà turbamento,
sono la trama d’istante vissuto.
L’impulso vitale che or sembra spento
vibra nell’aria senza alcun suono
ma placherà arsura e tormento
se ti porterà dove adesso io sono…
Segui la rotta, traccia la scia,
su altro lido batte la sponda
l’eco lontana dell’anima mia
che fusa s’è con il grido dell’onda.
Io sono mistero dell’irrisolto,
sono futuro che non ha memoria,
negli occhi tuoi si specchia il mio volto
e nel tuo nome sta la mia storia. AC
(da Rime sparse)

Nessun commento:

Posta un commento

Lascia il tuo commento