sabato 26 gennaio 2019

VLADIMIRO BOTTA


Svogliata e vestita luce
Emulo desideri, nel mulinare vano del vento, in quel prezioso e fragile paravento di nascondersi dietro macchie di arbusti
e tutto intorno esplodono i colori, gli odori tra opulenza e decadenza naturale, tra umide tracce di piogge passate e presente polveroso, quel verde bosco che si fa colorare del rosa del glicine, la natura s'intreccia voluttuosa, non vive in attesa di qualche giudizio estetico, moralistico, ti aspetto
mentre la luce cambia gradiente, verrai soffusa di luce o solo
con i tuoi colori, avrò impazienza della tua pelle e tu forse svogliata ti spogli e ti vesti di luce.
vladimiro
IMMAGINE WEB

Nessun commento:

Posta un commento

Lascia il tuo commento