lunedì 7 gennaio 2019

VITTORIA NENZI

Nota d’inizio
Ho salito pioli di zagare
e essenza di menta
tra rami di pane
plasmati da Dio,
ho teso le mani
tra luci e ombre
nell'armoniosa
nota d’inizio.
Tu eri in cima,
parlavi col vento
stillando verde
sul prato assopito.
C’era il tuo nome
inciso tra i fiori
ma tu nel sonno
non lo scorgevi.
Disteso delirio
sul verde,
ebbra di terra
e aroma di maggio,
ho bevuto gioia
goccia su goccia
nell’armoniosa
nota d’attesa.
Vittoria Nenzi @ t.d.r.

Nessun commento:

Posta un commento

Lascia il tuo commento