sabato 26 gennaio 2019

RAF TROTTA

Dai ghiacciai dell'Himalaya
In questo tempo sospeso
il mio grido invade i cieli,
mi sveglio dal nulla
con acceso il fuoco dell'anima
e continuo a bagnarmi di sole
nell'aria fredda e umida,
rimango nel sogno senza distrarmi.
I ricordi nascosti,
ostinati a non arrendersi,
assorti nel silenzio della notte
restano sapore di un respiro
nella provvisorietà della vita.
Vengo dal freddo dei ghiacciai
e il corpo si scioglie,
sembra attendere ancora
la dolce luna dell'aurora.
Il mio sguardo attinge
dal profondo della cavità buia
il mistero del caos,
mentre l'anima si scioglie
dal freddo, dalla quiete, dal nulla,
e mi trascina in vita.
Dal ghiaccio infinito
odo sospiri di anime
e ammiro una fiamma di luce
che arde nella dimora del tempo
nell'attesa di rifiorire
in un'altra primavera.
Raf
IMMAGINE WEB

Nessun commento:

Posta un commento

Lascia il tuo commento