sabato 26 gennaio 2019

MARINA ISCERI

Eremita
Siamo debolezze esaminate
e sputtanate al mondo
comizi davanti al Cristo
con la fede di traverso,
ostinati a perseverare limiti
e ci vendono senza criteri.
Come Braccati da lupi
in questi istinti primordiali
nulla tace dinanzi alla ferocia
dell'uomo che non ama ma si disseta
e disfatta dell'opera umana.
Cuori impavidi e gesti ipocriti
dove la vita tende ad escludersi
mirando pensieri in opposto
senza sdegno e coerenza
in occorrenza dove non c'è spunto
ma una spinta totalmente eccelsa.
Si rifugia l'eremita
‎celestiale... Il silenzio,
‎ e, come una bambina si nasconde
dove la condizione necessaria
non ha barriere attraverso il dovere,
mentre al mondo dinanzi al Cristo
c'è chi distoglie al sole
ogni essenza.
Di Marina Isceri
IMMAGINE WEB

Nessun commento:

Posta un commento

Lascia il tuo commento