sabato 26 gennaio 2019

MARIA CRISTINA SABELLA


Oltrepassavo …☆¸.✿.¸.•´ ¸.•´.-✿
¯**´¯**´¯`˜”*°•.•.¸ღ¸☆´ ¸.✿
Oltrepassavo
quel cancello 
nero … imponente,
come un turista
invadente,
in un luogo sacro,
dove le ceneri spente,
si posarono
sul l'arido selciato
Oltrepassavo
ogni impronta
rimasta impressa
in quel viale,
sentendo Loro
attorno al mio essere
umano,
che sussurravano
lievemente …
la parola non aver paura
Oltrepassavo
le Anime silenti
sentendone il profumo
e un alito fresco
accarezzarmi la pelle,
mentre un volto
spento come il forno
col braccio a penzoloni
mostrava ancora i dolori
Oltrepassavo
con il cuore in gola
quelle stanze
piene di cimeli,
odore di un passato
vissuto con amore,
morto dietro un vetro opaco
nel giorno dell'inganno
Oltrepassavo
tavoli e bisturi
che avevan visto
cordoni spezzarsi
negli occhi azzurri
dei bambini biondi,
mentre l'ufficiale del' SS
urlava “töten” !

poi il silenzio
rimbombava nelle stanze
Oltrepassavo
quel fumo denso di un ricordo
che non doveva essere dimenticato .
(@SabellaMaria Cristina 25 Gennaio 2019)
diritti riservati-per il giorno della memoria

Nessun commento:

Posta un commento

Lascia il tuo commento