domenica 6 gennaio 2019

GIOVANNI MARTONE

miallenocolditoindice
La notte del venticinque dicembre, confesso,
travestito da babbo Natale commisi il reato.
La lunga tavolata invitava il calice alto
fu facile truccarmi, vecchio e grasso lo sono
solo barba finta e un mantello rosso e bianco
ero cosi fuori la porta con il sacco alle spalle
Sull’ultimo rintocco, spente le luci la porta si apri
fu allora vostro onore che ammazzai la befana
al costo di due occhi di luce e un dolce sorriso
Al camino ho appeso la calza
vecchia abitudine, mai dimenticata
calza vecchia bucata, colpevole
Al camino ho trovato la calza vuota
ho chiesto della befana ai passanti
e guardato le mie mani ancora festose.
“ La befana è morta uccisa da babbo Natale”
gm

Nessun commento:

Posta un commento

Lascia il tuo commento