lunedì 28 gennaio 2019

GIORGIO BISIGNANO

Rossa come il mio sangue
Son ritornato dopo un lungo viaggio.
Nei tuoi occhi leggo strana apatia,
e più non brilla il tuo sguardo per me.
La casa piange assenza e solitudine.
E’ appassita la rosa in giardino.
L’hai lasciata morire senza cure.
La trovai in zone impervie e la donai a te,
rossa come il mio cuore.
E’ quasi senza vita; aridi i petali.
Troppo l’hai trascurata,
come hai crocefisso quell’amore
che a te avevo affidato.
Ma ancor le sue radici sono vive,
rosse lacrime bagnano
la terra madre, per la rinascita
di un nuovo amore vero!
24-01-2019
Giorgio Bisignano
Dipinto di Fabian Perez

Nessun commento:

Posta un commento

Lascia il tuo commento