mercoledì 2 gennaio 2019

ENZO DI GIOVANNI


Folate di venti e profumi celesti
che inebrianti accarezzan mesti
le spoglie d'un vecchio guerriero
rimasto or solo col nero destriero.

Tante battaglie in difesa del vero
con l'armi sonanti ed alto il cimiero
furon tante le lotte e pure furiose
tutti ha respinto persino le cose.

Or giace supino gli occhi sbarrati
bianco il suo viso gli occhi velati
vaga nel cielo la sua anima inquieta
sta ancor cercano il giusto,la meta.

Il Padre commosso gli toglie le armi
sparisce il cimiero tra inni e tra carmi
la luce l'inonda , il gesto è sincero,
alfine  riposa , il vecchio guerriero......

Nessun commento:

Posta un commento

Lascia il tuo commento