lunedì 28 gennaio 2019

BRUNA CICALA

Un tiro di dadi
15 volti scolpiti e un mare silente
nascosto alla luna di gennaio,
maschere ambigue di manto gelato, 
di raggi e saette a coprirne il canto.
Il gatto guardingo e randagio
s’appropria del muro sbrecciato
ne fa un luogo perfetto d’agguato,
paziente, suadente lo sguardo, felpato l’andare.
La preda, cosciente, si adegua alla sorte
si maschera il volto e sfida il destino
Chi nasce topo non muore serpente,
chi nasce felino non si pone domande.
15 volti nascosti da maschere,
un tiro di dadi e la parte è assegnata.
Si alzi il sipario, il gioco riprende.
brunacicala@/R
immagine web

Nessun commento:

Posta un commento

Lascia il tuo commento