domenica 30 dicembre 2018

TRE AMANTI di GIOVANNI GENTILE

Tre amanti
Tre donne hanno avuto la mia anima
La prima mi ha preso ancora in fasce
e mi ha condotto lungo gli anni
più belli della mia vita, la nostra…
ha giocato con me
con me ha sorriso e pianto
gioito e imprecato
c’era quando non c’ero
i miei fianchi ha cinto
in docili abbracci
e le sue mani hanno intessuto la mia eredità
per i giorni a venire, per quello che è stato
madre terra.
La seconda mi ha mostrato
una forza dirompente
scosso dal profondo
sviscerando i pensieri più intensi
al fondo dell’anima
mi ha reso inerme di fronte ad un amore
senza confini né tempo
persi tra interminabili orizzonti
e albe e tramonti e luna e sole
una giostra senza fine
mi sono affidato al vento cercando di fuggire
infine la sua forza è divenuta la mia…
mio mare
Poi ho voluto giocare col fuoco,
mia ultima amante
mi sono bruciato
ho arso camminando su ardenti carboni
azzannato con passione infranto regole
tradito ferito lasciato e ripreso
gridato per la gelosia
bestemmiato per liberarmi
e infine ho ceduto tornando a infiammarmi
mi ha sopraffatto.
Adesso avrò un’altra amante
mi aspetta, serena e tranquilla
“non c’è fretta”
mi dice
“amore mio non ci sono più le tue amanti
le tue donne sono fuggite
perché io sarò sempre con te”
un ultimo abbraccio
un bacio ancora e chiuderò gli occhi
sognando l’amore
volgendomi oltre
Giovanni Gentile 6 Dicembre 2018

Nessun commento:

Posta un commento

Lascia il tuo commento