giovedì 27 settembre 2018

GIANLUCA LALLI (COLLABORATORE ASSOCIAZIONE CULTURALE I RUMORI DELL'ANIMA)

Gianluca Lalli (Colle di Arquata, 24 giugno 1976) è un cantautore e scrittore italiano. 
È stato tra i vincitori del talent radiofonico Demo, l'Acchiappatalenti condotto da Michael Pergolani e Renato Marengo su Radio Rai Uno. Nel 2005 ha vinto il premio "Rino Gaetano"
E’ il cantante della Band tributo a RINO GAETANO “RINOCANTANDO” 
Nel 2011 ha pubblicato il suo primo album Il tempo degli assassini per l'etichetta Ghiro Records.[1]. Nel 2013 il suo videoclio Il lupo ha vinto il premio Hard Rock Cafè nell'ambito del festival del cinema di Venezia.
Nel 2014 ha pubblicato il secondo album La fabbrica di uomini in cui ha collaborato con Claudio Lolli nel brano Il grande freddo, pubblicato poi anche dallo stesso Lolli e vincitore del premio "Luigi Tenco" nel 2017. Nel 2017 ha pubblicato il suo terzo album, Metropolis.
Come scrittore ha pubblicato il libro di racconti Radio Waldgänger (2011), la raccolta di poesie Una voce dal nulla (2013), la raccolta di canzoni e poesie La bella che è addormentata (2015), il romanzo storico Dal Vangelo secondo me (2016) e la raccolta di poesie e aforismi La rivoluzione è un fiore non colto (2017).
Nel corso della sua carriera ha collaborato oltre che con Claudio Lolli, anche con Flaco Biondini, chitarrista e produttore di Francesco Guccini, col poeta e attore Remo Remotti, con l'attore Mariano Rigillo, con i sassofonisti il Daniele Sepe e Nicola Alesini, con Adriano Bono cantante del gruppo reggae romano Radici nel Cemento e con il "Cimarosa quintet", il quintetto d'archi dei docenti del conservatorio Domenico Cimarosa di Avellino.
Discografia
Il tempo degli assassini (2011)
La fabbrica di uomini (2014)
Metropolis (2017)
Opere letterarie
Radio Waldgänger (Arduino Sacco editore, 2011)
Una voce dal nulla (Galassia arte edizioni, 2013)
La bella che è addormentata (Rapsodia edizioni, 2015)
Dal Vangelo secondo me (Galassia Arte, 2016)
La rivoluzione è un fiore non colto (Letteratura Alternativa edizioni, 2017) testi delle canzoni degli Ucroniutopia raccontano storie di ogni tipo. Parlano di amore, ma di un amore diverso rispetto all'amore convenzionale. Amore nel senso profondo e universale fuori dalle solite etichette. Le canzoni raccontano storie di soprusi, violenze, discriminazioni, storie di uomini e di mondi! Raccontano storie di mostri orribili che albergano dentro di noi, di anime che cercano di liberarsi da una gabbia, di elfi e donne malvagie, di strade polverose, di randagi che vagano ricercando invano il proprio io.

Nessun commento:

Posta un commento

Lascia il tuo commento