lunedì 2 aprile 2018

SULLA COLPA DI PONZIO PILATO di HELENA MALACHOVA


Sulla colpa di Ponzio Pilato
In fin dei conti, non gli trovi colpe.
Ma fuori la folla manovrata è assetata di sangue dell'agnello.
Scalpitano e gridano "A morte!".
A morte il ribelle.
Colui che con amore guardò Maria Maddalena.
Colui che impavido entrò nelle case più malate e sporche.
Colui che smise di fare miracoli.
A cosa serve un profeta, muto ora?
A cosa serve Dio senza prodigi?
A cosa serve un uomo, che non implora grazia tua?
Fermo, non lavarti le mani!
Troppo tardi...Ascolti la voce del popolo e, sospirando, decidi.
Doveva essere testa, però hai scelto croce.
Helena Malachová

Nessun commento:

Posta un commento

Lascia il tuo commento