sabato 14 aprile 2018

STRANA PIOGGIA di GIORGIO BISIGNANO

Strana pioggia
Greve la notte avvolta nel mistero.
Fuori la pioggia l’ amore rende opaco.
Ho chiuso la tua bocca con un bacio
Accarezzo leggiadro il viso tuo.
Profumi di lavanda e di verbena.
E nell’aria si spande la tua essenza.
E dormi amore avvolta dai tuoi sogni.
Ti lascio una rosa sul tuo grembo.
Sarà domani un giorno di follia.
E splenderà il sole su di noi,
allor andremo ove il sole sorge
a goder della luce del mattino
e saran baci avvolti dai bagliori.
Lascio lontana quella strana pioggia
che pian piano minava il nostro amore.
14-04-2018
Giorgio Bisignano
Dipinto di Emerico Toth
Paola Bosca

Nessun commento:

Posta un commento

Lascia il tuo commento