domenica 8 aprile 2018

SI È SPENTA UNA LUCE di GIORGIO BISIGNANO

Si è spenta una luce
Nascose l’alba, il volto stupito,
pianse il cielo negli occhi d’un altro.
Mille corvi coprirono la pena,
strozzò l’urlo la gola spezzata.
Morì stanca del proprio destino
Strette al collo le mani del boia,
amorevoli in un tempo passato.
Fragile anima in un mondo di lupi,
esile corpo sepolto nel fango.
Nell’abisso d’un mare d’orrore,
hanno spento del cuore la luce.
Urlerò il tuo muto dolore
fra la voce lontana del vento.
Urlerà la terra al tuo Dio
che distratto non seppe proteggerti.
19-02-2018
Giorgio Bisignano
Dinto di Tamara Lempicka

Paola Bosca

Nessun commento:

Posta un commento

Lascia il tuo commento