lunedì 2 aprile 2018

SCIALLE ANDALUSO di VLADIMIRO BOTTA


Scialle andaluso.
Non faccio il cacciatore di nuvole,
sdraiato su prati d'erba novella,
nell'intarsio fiorito della campagna,
odorosa della pioggia notturna
ne il girovago di angoli di marine,
accese dai colori caldi nel fragore delle onde,
sarò seduto su qui muretti,
innalzati a secco,
lungo sentieri negletti
dove inizia e finisce il giorno,
nel fiato greve del meriggio,
denso di odori,
con lo sguardo,
dipingerò l'ennesima illusione,
appariscente e bella come
scialle andaluso sulle spalle
di una gitana scalza dalla
pelle di luna e d'ambra.

Nessun commento:

Posta un commento

Lascia il tuo commento