domenica 8 aprile 2018

POESIA ARTEFATTA D'INNOCENZA di VLADIMIRO BOTTA


Poesia artefatta d'innocenza.
Poesia è fingere d'essere altrove,
poetare è come cogliere gemme di sale,
il calore le scioglie, 
l'assaporarle sala le labbra,
poesia è immaginare d'essere in te,
poesia è acuire la percezione,
poesia è piacere,
poesia è dolore
poesia è vita,
racchiusa in un monolite,
poesia è oltre l'innocenza,
poesia è il peccato della gola
in gocce d'inchiostro
come mani di vasaio che,
sfiorano e modellano.

Nessun commento:

Posta un commento

Lascia il tuo commento