lunedì 2 aprile 2018

ONDE di BRUNA CICALA

Onde
Mi veste ed investe
quest'aria di luce,
spumeggia come onda di mare
sul corpo ridesto, frizzante nel guizzo.
Respiro il profumo donato dal sogno
colmandone il petto, le mani serrate
sul seno la voglia lambita di sale.
L'odore del mare confonde le mareggiate,
nella furia si calma lo spirito
rinasce l'ardore, di passione sopita scolpisce
artigliando nel ventre, modellando i contorni
nell'onda che viene e che va.
L'illusione è perfetta.
©brunacicala/R

Paola Bosca

Nessun commento:

Posta un commento

Lascia il tuo commento