venerdì 6 aprile 2018

L'ULTIMA POESIA di MARINA MARINI DANZI


DEDICATA A UN AMICO
L'ULTIMA POESIA
Vorrei una poesia speciale 
per sussurrare amore al tuo cuore
L'ultima per te che non avrai più' occhi
ne' gola per urlare
Non lo sapevo
eppure
me lo dicevano le grigie nubi
che ingolfavano il mio cuore
Dovevo capire quel tuo silenzio di mesi
Non era introversione
E sono qui
ancora con la matita in pugno
e forte la stringo
disarmata
Mille le cose che turbinano dentro
ma non ne diro' nessuna
Mi sembra una cosa stupida questa matita
di fronte alla medaglia della morte e della vita
E quel pozzo
sempre più' fondo e scuro dove cercar acqua
a cui oggi pensavo
anche lui mi suona insulso
e vuoto
Vorrei solo che fra i candidi tubi
della morte scura ti arrivasse la mia voce
un sussurro lieve
il mio dolce calore
Un ultimo abbraccio
Vorrei fosse indolore
Lascio il canto al Silenzio immenso
che solo tu potrai ascoltare
lontano dagli stupidi vagiti di noi umani
C'e' ancora la strada
che ci fece incontrare
Lascia i bianchi sassi
ad aspettare
#MarinaMariniDanzi
4/04/2018
foto m.marini danzi
Diritti@rise

Nessun commento:

Posta un commento

Lascia il tuo commento