martedì 3 aprile 2018

L'ASSENZA DI UN ISTANTE di VINCENZA IACUZZO


L'assenza di un istante
Nell'aria l'odore di te persiste,
capace di condurmi
in strade percorse insieme mille volte
ma ogni volta mi perdo nei grovigli delle sue vie.
Scorre veloce l'istante sognante
scalfito da mille ferite,
mi lascio abbracciare
da questo interminabile istante.
Trema la mia anima,
trema la mia carne
all'assenza di un istante con te,
quando stringevi forte la mia mano alla tua,
quando i nostri sguardi erano fuoco di parole
e complici dei nostri corpi.
Le ombre danno corpo alla luce
che accendo per te,
la notte compongo di silenzio la tua assenza,
tacita simbiosi del mio sentirti,
come un fiume che straripa
precipiti e mi inondi con il tuo respiro,
le mie notti nutri e consumi
mentre mi parli nei tuoi silenzi
ci smarriamo e ci liberiamo
dentro i nostri magici istanti.
© Vincenza Iacuzzo

Nessun commento:

Posta un commento

Lascia il tuo commento