mercoledì 4 aprile 2018

LA FEDE di ENZO DI GIOVANNI


La tristezza poi mi prende
freme il corpo la mia mente
mentre l'anima mia geme
sanguinante senza speme .

M'imprigiona l'universo
sanguinante il mio verso
con la luna che mi guarda
col suo ghigno pur beffarda .

Mi sorprende la sua danza
il suo ventre e la speranza
di un amore universale
al di sopra di ogni male .

Mi avvolge con la luce
di quel ver che in ciel riluce
mentre il cuor si fa leggero
d'azzurro cielo lusinghiero .

Mentre va la mia serata
dalla fede illuminata
ora so che quella luce
tutti cura e ci conduce .

Nessun commento:

Posta un commento

Lascia il tuo commento