domenica 15 aprile 2018

GIANFRANCO CURABBA

Sei un segno formale
solo detto per chi ha una
fede sempre uguale,
riconoscono la tua carne
umana e non basta al paesaggio 
delle parole. E’ una severa
credenza che rende diverso il mondo,
in me più di me stesso procede
in autonomia con accanto il tempo
visibile, non fa rima con astuzie
senza fondamenta.
Gianfranco Curabba

Nessun commento:

Posta un commento

Lascia il tuo commento