venerdì 6 aprile 2018

APPIGLI di CESARE MOCEO


Appigli
Nelle mie notti
a volte mi ritrovo 
con gli occhi dispersi nel vuoto
a cercarmi nel mio silenzio
in quel silenzio che per primo
forgio' la mia mente
e che ancora oggi piange
il mio freddo passato
E mi porta in volo tra quelle ombre
dove mi vedo ancora servo del nulla
tra luci spente e profumi di peste
E ora che le fiaccole d'amore
scaldano con il calore agognato
il mio mondo e la vita
con quel vuoto riempio
i miei capricci e le mie rime
.
Cesare Moceo destrierodoc @
Tutti i diritti riservati

Nessun commento:

Posta un commento

Lascia il tuo commento