mercoledì 4 aprile 2018

ALLA MORTE di ALBA SALENTINA

Alla morte
Ti chiesi
di lasciarmi stare,
tanto sapevi che
ovunque io fossi andata
mi avresti trovata.
La mia anima volò e
sentii la vita in me,
eterna
e
capii che io ero eterna,
su ogni verità,
su ogni menzogna
ogni atto e parola.
Tu non ne avrai mai il dominio.
Tu esisti perchè io esisto.
Morirò
nell'amore che non giudica...
Ora,
rincorrimi pure,
ma senza fretta.
Tu avanzi magnifica,
lasciami il tempo di essere bella
con il mio rossetto rosso
e i capelli spettinati.
Danese Maria (albasalentina)

Nessun commento:

Posta un commento

Lascia il tuo commento