domenica 4 febbraio 2018

CARPE DIEM di GIORGIO BISIGANO

Carpe diem
Occhi silenti specchi riflettono
le mille schegge, come echi dissolti
in questa notte greve di foschia,
e barca immersa nell’inchiostro attende.
Pallidi raggi di luna indugiano,
in argentati esili riverberi,
a ceder passo ai colori dell’alba.
Ma,sulle ali del vento di fortuna,
da quell’’oscuro, lenta, s’allontana.
Cala sicura accoglie poi la prua
nell’anfratto segreto del suo cuore,
lasciando, nei frammenti di quel tempo,
del domani l’ignoto da colmare.
03-05-2017
Giorgio Bisignano
Dipinto di Leonid Afremov
Paola Bosca

Nessun commento:

Posta un commento

Lascia il tuo commento