giovedì 1 febbraio 2018

ADESSO CHE IL VENTO DORME di MARINA ISCERI

Adesso che il vento dorme
Di un amore 
appisolato
chissà magari distante
in un lontano preludio
che tace apparentemente
come pensiero si accascia.. Intenso.
in tempesta rammento
con ancora l'amaro sulle labbra
e braccia conserte nel nulla
diamanti ancora luccicanti negli occhi
sono preda di una vocazione
trasandata e ormai spenta
e mi sorprende ancora
il ricordo di un attimo eternamente emigrante
nella nudità della mia trasparenza;
nei vortici languidi
della mente
ormai perversa.
Appisolato
con il vento forte
dove foglie non cadono
in autunno
ma è sempre un fruscio
che trasporta la mia essenza
li dove nessun cuore
pulsa il mio nome.
Non c'è sta cchiu corrente
nisciuna polvere che saglie
ma a mancanza è chillu viente forte se scioglie gopp a sta pelle
gelandome e vene p'è sempe.

Nessun commento:

Posta un commento

Lascia il tuo commento