domenica 14 gennaio 2018

MAURIZIO SPREGHINI

Quel silenzio vigile 
ora attento nella solitudine,
fuori gli infissi un brulicare
di una moltitudine di eventi, 
a riempire lo sguardo
al fianco degli ornamenti di sempre,
vestendo i panni di una vita
ero io ancora quel ragazzo,
capace di correre a perdifiato
tra i sfarzi di un sorriso,
e il broncio soddisfatto nell'ultimo desiderio.



Nessun commento:

Posta un commento

Lascia il tuo commento