domenica 14 gennaio 2018

LONTANO SULLE ACQUE di GIORGIO BISIGNANO

Lontano sull’acque
La nave va sull’orlo dell’oblio,
quasi sparendo verso l’orizzonte.
Il sole spegne ardor dei toni caldi
ma ancor scintilla chiara la collina.
Speranza è disciolta
nel mare assai profondo del mio sguardo,
la nave sfregia l’acque e il cuore mio
e fra la spuma scivola beffarda
fra il luccicar dell’onde,
allo splendere dei raggi dell’addio.
Il mio mondo sparisce col suo volto
e flutti e ombre ricopron la sua traccia.
Rugiade di parole nella gola
poi si smorzan strozzate da quel buio
delle bugie che danzano sull’onde,
bianche e iraconde come le sue labbra.
Lontano viaggia la speranza mia
ad inseguire con gli occhi offuscati
quell’essenza che fu l’amore mio
ma poco resta di lei in vita mia.
13-01-2018
Giorgio Bisignano
(Foto web)


Nessun commento:

Posta un commento

Lascia il tuo commento