giovedì 25 gennaio 2018

CESARE MOCEO


Io, peccatore infedele
In questa consapevolezza
lascio a Voi
la libertà di valutare
l'intensità del mio Essere
e prepararmi la dimora
che ospiterà i miei versi
e le loro assurde Verità
Ma potete Voi
disporre di un così alto intento?
Da Voi
che percorrete le vostre vie
al pari delle mie
e fate volare le emozioni
alla stessa altezza del mio cuore
mi lascio cullare nell'abbandono
per nulla timoroso
dell'incenso che brucia i pensieri
ancorché felice che il suo profumo
nella sua fragranza colma di profondità
dove incantesimi di speranze fluttuano felici al risuonare del nostro futuro
ci avvolga e c'infiammi sempre
e ancora insieme.
E amarci nell'Eternita
.
cesaremoceo
Proprietà intellettuale riservata
Copyright

Nessun commento:

Posta un commento

Lascia il tuo commento