mercoledì 17 gennaio 2018

CESARE MOCEO


Sarà bello essere dimenticato
S'avviano felici
al riposo eterno gli occhi
a suggellar il mio vivere
solitario e senza requie
divenuto ormai un cerchio
che va a chiudersi tra spigoli
e lacune per residui d'ignoranze
E in quella mia frustrazione
mi esprimo
in audaci sofferenze emaciate
con l'isolamento e il tormento
dell'inquietudine
armi a doppia lama della mia umanità
a trasformare tristezze e afflizioni
in amori e passioni
ondate d'intense emozioni
del mio favoloso destino
a travolgere il cuore e l'anima perduta
e stravolgere la mente
.
Cesare Moceo destrierodoc @
Tutti i diritti riservati

Nessun commento:

Posta un commento

Lascia il tuo commento