lunedì 29 gennaio 2018

ADESSO CHE IL VENTO DORME di GIUSEPPE SPADERA

Tieni stretto al petto il cuore
e cura le sue ferite ancora aperte,
adesso che il vento dorme.
Raccogli le briciole di vita
distrattamente dimenticate intorno,
prima che vadano perdute per sempre,
adesso che il vento dorme.
Tutto è calmo,
come il tempo che scorre
e il pensiero ti rincorre ogni volta,
anche per un solo bacio.
Non aver più paura della tempesta,
è appena andata via.
Restano i sospiri che si incontrano,
le mani che si cercano,
le labbra che si desiderano.
Già sono un lontano ricordo
gli affanni di ore rincorse,
a cercarti oltre il mare.
Adesso che il vento dorme.
Giuseppe Spadera@

Nessun commento:

Posta un commento

Lascia il tuo commento