lunedì 29 gennaio 2018

ADESSO CHE IL VENTO DORME di BULLO ROBERTO CICCONI


Quando respira forte, felice è il marinaio,
da sfogo all'esultanza, per il, passato, guaio,
dispiega le sue vele, ora il natante vola,
per render lode a Dio, non trova la parola.
Stormiscono le frasche degli alberi ridenti.
il coro degli uccelli, si riempie di colori,
nel cielo si rincorrono. Gli aerei son rombanti
e tracciano le scie, nuovi disegnatori.
Sotto il sole rovente, ci dona la frescura,
un alito di vita, e non s'ode un lamento,
poi, d'improvviso, cade, si ferma la natura,
e tutto resta immoto, ora, che dorme il vento.
28-01-2018.Bullo Roberto Cicconi

Nessun commento:

Posta un commento

Lascia il tuo commento