domenica 28 gennaio 2018

ADESSO CHE IL VENTO DORME di ANTONELLA CALVANI

Adesso che il vento dorme
tacciono i tumulti del cuore,
sopiti tra foglie riarse dal sole.
Non più l’eco mi giunge
di suoni rapiti nell’oblio del tempo,
ove le nuvole danzavano,
foriere di dolci speranze.
Cade furtiva una lacrima,
scivola sulla pelle,
il silenzio del vento
non asciuga il dolore.
Nella quiete del cielo,
con l’accendersi di stelle,
sfumano ambrati colori
a preparar la culla
per sogni irraggiungibili.
Preme e pulsa sempre più forte,
ora che il vento dorme,
l’urgenza di vita
che si confonde tra le onde
e fugge lontano tra sospiri di salsedine. 

AC

Nessun commento:

Posta un commento

Lascia il tuo commento