sabato 9 dicembre 2017

LUISA SIMONE


Che taccia chi non ha mai amato
O peggio ancora ..chi di amare
Si è dimenticato..
Chi lo calpesta.. distratto
chi lo ferisce..
Con un pensiero ...
mal allevato.

Anche stanotte non sei venuto..io ti aspettavo..
Forse sei rimasto imprigionato
Dal mio pensiero..
Da quell'affetto adesso vedovo..
Da quell'intensita' ..del dolore provato..
È ancora presto..mi guardo intorno
Aleggia in questa stanza ...
Profumato il tuo ricordo..
Ma torneranno a liberarsi farfalle variopinte
Che adesso con ali bagnate di lacrime
Non riescono a volare.
Queste mie ferite saranno sanate..
.. da quel sentimento..che forte
Mi sorregge..che vive nello sguardo
Dei nostri figli...
l'averti avuto
..
di questo e di tutti i Natali..
sarà il mio dono..
Ricevuto.
(Luisa Simone@)

Nessun commento:

Posta un commento

Lascia il tuo commento