martedì 14 novembre 2017

OCCHI INCANTATI di PATRIZIA CALZETTA e LUCIANO ZAMPINI

OCCHI INCANTATI
Le parole sono pietre infuocate
lapidano l'anima
il cuore va in frantumi
ghiacciano il sangue nelle vene
sbattono come campane nel porto
è un rumore assordante questo rimando
sono foglie strappate dalla tempesta
muti questi muri dentro le urla del vento
nell'agognato rinnovamento
in ginocchio prego il mio Dio
vorrei che su di me scendesse l'oblio
il ricordo uccide
e la passione che non vuole morire
ruggisce ogni pensiero
è una gabbia di vetro la mente
non c'è riparo al suo graffiare
anelo un tuo cenno
solo un cenno
che sia di tenerezza
un gesto d'amore
baciami e lascia che mi riscaldi
al nettare del tuo calore
come neve al sole, sgorgherà acqua nella vita
gli occhi incantati parlano ancora di noi.
Patrizia Calzetta
©luciano zampini/registrata

Nessun commento:

Posta un commento

Lascia il tuo commento