martedì 14 novembre 2017

MARE OSTILE di GIORGIO BISIGNANO

Mare ostile
Ormai tramonta il sole
nel verde dei miei occhi,
di pece l’acqua copre
lontano l’orizzonte.
E cupi flutti neri
inghiottono i miei sogni.
Anche d’oscuro manto
l’abisso non demorde.
E come Erinni onde
ghermiscon la scogliera,
spariscono gli sguardi,
tramutati in nebbia.
Spruzzi bianchi di rabbia,
al calare del giorno.
Chetare più non può
la forza dei marosi.
Selvaggio lo sciacquio,
nasconde i miei pensieri.
Dannato mare,oggi,
a me, si’ tanto ostile.
06-07-2014
Giorgio Bisignano
Dipinto di Eugen Ducker

Nessun commento:

Posta un commento

Lascia il tuo commento