martedì 14 novembre 2017

FAVOLA di MARINA MARINI DANZI


FAVOLA
Son di neve pura
questi teli di seta
stesi a illuminar gli scuri crinali 
Vola alto il falco
oltre le nebbie
sopra i boschi
a cercar nuove fonti
a uccidere la serpe
Tavola di ghiaccio
il lago fatato
trasparente lapide
al mio corpo di fuoco
marmo
pronto per lo scultore
Canta ancora l'allodola
fra faggi di sangue
la dolce nenia
della luna rossa
e la grande la quercia
coltiva funghi e
antiche visioni
Calda respira la terra
sotto la neve
Mi riempio del suo fiato
e sento il tuo sottile profumo
Tenero e' il muschio
e morbido e grande il suo mantello
Affilata splende la lama
a protegger le nostre ombre
Si piegheranno
i gigli e i giunchi del ruscello
alla forza dell'acqua
e al dolce passo
del cuore
Marina Marini Danzi
13/11/2017
Foto m.marini danzi
Diritti@riservati

Nessun commento:

Posta un commento

Lascia il tuo commento