sabato 18 novembre 2017

CESARE MOCEO


Tra uno scroscio(di pioggia)e l'altro
Me ne vado errando
per le balze dorate 
di questa sabbia
baciata dal timido sole
che s'insinua felice
nei momenti di pausa
di piogge copiose
Dinanzi a te mio mare
raccolgo e custodisco memorie
che finora il passato mi aveva sottratto
concretizzando il mio andare
in certi sguardi d'amore
apprezzati dall'anima
nella stima dei giorni
e negli abbracci al mio tempo
che muore ogni giorno
E continuo il mio vivere
nutrito dai vortici del gelido vento
che insidia sontuoso
i tuoi allegri e palpitanti flutti
.
Cesare Moceo destrierodoc @
Tutti i diritti riservati

Nessun commento:

Posta un commento

Lascia il tuo commento