martedì 14 novembre 2017

'A GENTILEZZA di RENATO FEDI

‘A gentilezza
Me sa ch’er vuvueffe s’è scordato
de me che da tant’anni sto calanno,
dice che ‘e specie rare va sarvanno
e me lassa a piagneme er passato!
Io so’ ‘a gentilezza porca pupazza,
razza ‘n degrado si, ma benedetta,
nata da Ddio e no tra ‘a monnezza
puro se mo sto vivenno da reietta.
Ce ’o so, li sordi m’hanno tradito
piazzannose pe’ primi ner creato
e chi gentile se fa, morammazzato,
passa pe’ gonzo oppuro da bandito.
A li tempi d’oggi so’ li maleducati
a fasse regno ner mezzo de ‘a vita,
più bastardi so’, più so’ rispettati,
povero monno … io me ne so ita!

Nessun commento:

Posta un commento

Lascia il tuo commento