domenica 15 ottobre 2017

RINCORRO L'AMORE di LUCIANO ZAMPINI

RINCORRO L'AMORE
Quante veglie davanti alla porta del mistero
a cercare verità
ti vorrei rivedere
tutte le sere dentro un vaso di miele
rincorro le lettere d'amore
mai scritte
quando stavi sveglia ad aspettare
quel tra poco arrivo
adesso vorrei essere te
per sapere chi sei e scoprire che poi siamo uguali
per confonderci e ricominciare
vorrei mani dure come un minatore
così forti
per stringerti
fino a sfiorare la morte per tornare qui
in questo letto e fare l'amore
come bambini
come sparvieri naufraghi su nuovi amori
senza attesa non si gusta la resa
cosa sarà di me
cosa sarà di te
dove ci troverà domani
la terra che mangio è rosa di maggio
in questo verso di poesia
c'è un uomo che ha vissuto
manifesto
il mio passato
e piango
piango come un soldato mentre difendo ogni giorno ogni minuto.
©luciano zampini/registrata

Nessun commento:

Posta un commento

Lascia il tuo commento