giovedì 19 ottobre 2017

RADICI di VITTORIA NENZI

Radici
Signore,
perché Signore,
amo si tanto queste mie radici,
e le affondo,
le affondo nel buio,
le aggrappo,
le aggrappo alle pietre taglienti,
le arrosso del mio stesso sangue?
Mi torco di delirio,
strappo impossibile,
delirio di natura e volo.
Mi tendo,
mi tendo in libero spirito,
mi perdo
mi attraggo al mio buio.
Vittoria Nenzi @ t.d.r.
Foto personale

Nessun commento:

Posta un commento

Lascia il tuo commento