lunedì 16 ottobre 2017

PADRE DAVVERO di PATRIZIA CALZETTA

PADRE DAVVERO
So bene che sei qui
non mi basta saperlo
voglio viverti
ascolta il mio grido
ti trafigge il cuore
lo so
ma ho bisogno di te
tu
panacea per i miei mali
unguento che lenisce
ferite e tormenti
un amore tenero il nostro
nella vita e oltre la vita
il tuo sorriso il mio sorriso
il tuo dolore il mio dolore
ho sete della tua acqua
fatta di pura dolcezza
ho fame del tuo pane
fatto di lieve tenerezza
non chiedevi ma capivi
non una ma cento mani tese
e abbracci e baci e carezze
fino a quell'ultima alba
vissuta insieme
mano nella mano
poi ti sei arreso
con un soffio discreto e pudico
sei andato.
©Patrizia Calzetta

Nessun commento:

Posta un commento

Lascia il tuo commento