sabato 21 ottobre 2017

LACRIME E SURRISI di MICHELE MELILLO



LACRIME E SURRISI
E mò che mezanotte è passata
E se ne juta puru sta jurnata
Escu fore u balcone e là m’assettu
Cu a sigaretta astutata mocca e me mettu a pensà
E a faccia mia a vote se cuntorna e nu surrisu
E a vote re na lacrima che scegne
Appicciu a sigaretta
E me mettu a verè i circhi e fumu che se volanu n’cielu culuranne a notte
So passate già e doie
Ma sonnu chesta notte nun ne vò pensà a me veni
Me mettu a fa nu cafè
Mentre senza nisciunu sensu cuntinu a pensà a te
E chesta notte che puru se è diversa
È uguale a tutte l’ate
A venghiu e lacrime e surrisi
Ma è sempe n’ata notte ra vita mia!
Si fa riserva di ogni uso o utilizzo @copyright di Michele Melillo (in arte Escluso Mortimer)
LACRIME E SORRISI
Ed ora che mezzanotte è passata
E se ne è andata anche questa giornata
Esco fuori al balcone e là mi siedo
Con la sigaretta spenta in bocca e mi metto a pensare
Ed il mio viso a volte si contorna di un sorriso
Ed a volte di una lacrima che scende
Accendo la sigaretta
Ed osservo i cerchi di fumo che se ne volano in cielo colorando la notte
Sono già passate le due
Ma il sonno questa notte non ci pensa proprio a venirmi
Mi metto a fare un caffè
Mentre senza nessun senso continuo a pensarti
E questa notte che anche se è diversa
È uguale a tutte le altre
La riempio di lacrime e sorrisi
Ma è sempre un’altra notte della mia vita!
Si fa riserva di ogni uso o utilizzo @copyright di Michele Melillo (in arte Escluso 

Nessun commento:

Posta un commento

Lascia il tuo commento