giovedì 21 settembre 2017

L'ABBAGLIO di PATRIZIA CALZETTA

Non volevi ammettere il fallimento
ti mancava l'aria
infinite notti a piangere
singhiozzi soffocati sul cuscino
impazzivi
all'alba con il cuore ghiacciato
indossavi un tenero sorriso
solo per i tuoi figli
a un passo dal baratro
la tua anima disperata
ti ha gridato contro
ha tolto la benda ai tuoi occhi
come un fiume in piena
hai vomitato il tuo dolore
hai capito
l'amore vero non ti fa sentire nullità
non ti spegne la gioia di vivere
il tuo sogno era solo menzogna
vestita di falsità e bugie
tornata libera
nel cuore e nella mente
ancora non capivi il prezzo
che una donna paga
per tornare a respirare
affrancarsi dalla schiavitù
non è un gioco
la battaglia più dura
è sconfiggere i pregiudizi
di una educazione antica
fa male
sentire addosso occhi stranieri
vogliosi solo di sapere e giudicare
in un mondo dove l'apparire
prevarica sempre l'essere
non abbassare lo sguardo
fai riprendere vita alla tua anima
messa in ginocchio da chi
temeva la sua forza e dignità
lascia libero il cuore
di poter amare ancora
fiera del tuo essere donna
combatti per te
e per le donne che quel coraggio
non lo hanno trovato ancora.
©Patrizia Calzetta

Nessun commento:

Posta un commento

Lascia il tuo commento