sabato 12 agosto 2017

VISSUTO di LUCIANO ZAMPINI




La vita è un lungo sentiero
senza sosta tra salite e discese
che come un prato va coltivata
queste rughe poi sono i segni
di strade vissute duramente
sacrificando facili piaceri
a dure doveri
in trincea ho appreso l'arte
di stare sotto coperta
nello schivare bordate diventare "canna"
qualche scheggia
ha pur sempre lasciato il segno
è questo che rende la mia pelle
un campo fatto di medaglie
offerto come pegno
ad ogni essere umano
dal viso sincero
a una voce inalterata
con mani che tremano per il pudore
all'anima pura che sa ascoltare
il silenzio del dolore
viaggio nell'infinito mentale
alla ricerca di oasi
dove bere l'acqua della ragione
camminando affianco alla mia ombra
unica testimone di questa vita vera.
©luciano zampini/registrata

Nessun commento:

Posta un commento

Lascia il tuo commento